Calendario Eventi

Home > Archivio Eventi > Archivio Eventi
5^ Rassegna Musicale Giovani Talenti

Giuseppe Verdi on four hands piano

INGRESSO LIBERO

Giuseppe Bruno e Paolo Valcepina

Questo concerto intende celebrare il grande compositore d'opera italiano 200 anni dopo la sua nascita.
Il duo Bruno-Valcepina propone un programma di trascrizioni per pianoforte a 4 mani di sinfonie, arie e cori delle opere più famose di Verdi, con ricchezza di passaggi virtuosistici ed indimenticabili melodie: il modo migliore per festeggiare il compleanno di Verdi.
Il concerto si conclude con una moderna celebrazione del grande compositore da parte della compositrice italiana contemporanea Carlotta Ferrari: una Suite scritta appositamente per questa occasione e per il talento musicale del duo Bruno-Valcepina, ispirato dalle immortali melodie di Verdi.

1. Prelude to act 1
2. Libiam ne' lieti calici
3. Di Provenza il mar, il suol
4. Noi siamo zingarelle
from "La Traviata" by Giuseppe Verdi
(Anonymous transcription for four hand piano)
*
Le charme de l'Opera no.3:
Verdi's <<Ernani>>

arranged by J.A. Getze
*
Four hands Fantasy on Verdi's <<Giovanna d'Arco>>
(ed. Choundens)
*
Operatic Fantasy by Jean Paul
on "Il Trovatore" by Giuseppe Verdi
*
1. Symphony
2. Anch'io dischiuso il giorno

from "Nabucco" by Giuseppe Verdi
*
<<Suite da sala su temi di opere verdiane>>
1. Foxtrot
(La donna mobile, Rigoletto)
2. Mazurka
(Duetto Filippo-Inquisitore, Don Carlos)
3. Tango
(Figlia! A tal nome palpito, Simon Boccanegnra)
4. Valzer
(Sì, pel ciel marmoreo giuro, Otello)

Operatic Suite on Verdi' melodies
by Carlotta Ferrari (Composed 2013)


 Giuseppe Bruno
Diplomato con pieni voti in Pianoforte, Composizione e Direzione d'orchestra con i Maestri Specchi, Zangelmi e Taverna; si è perfezionato con Paolo Bordoni per il pianoforte e Leopold Hager per la Direzione d'orchestra e ha frequentato un seminario di Composizione all'IRCAM di Parigi. Ha suonato con importanti orchestre in Italia, USA, Grecia, Ucraina, Romania e Germania. Dal 1987 al 1992 ha preso parte al Festival dei Due Mondi di Spoleto, e nel 1988 al Festival di Charleston (USA). E' stato premiato al Concorso Internazionale di Pianoforte "Roma 1991" ed il Concorso "Viotti" di Vercelli con il violinista Alberto Bologni, suo partner in duo e nel Quintetto "Sandro Materassi", oltre che nel Trio Petrarca. Ha registrato per Nuova Fonit Cetra, Ars Publica, Diapason, Tactus, Ars Musici, SAM; ha inoltre effettuato registrazioni radiofoniche e televisive per la RAI, la Radio Suisse Romande, la Radio della Svizzera Italiana e il WDR di Koeln. Ha collaborato con artisti quali i direttori Alessandro Pinzauti, Alkis Baltas, Spiros Argiris, Franz Lamprecht, i violinisti Sashko Gawriloff e Cristiano Rossi, il violincellista Venzeslav Nikolov, i cantani Gail Gilmore, Monica Benvenuti e Victor von Halem, con l'attrice Milena Vukotic e con l'Ottetto Filarmonico di Berlino.
Attivo anche come direttore d'orchestra, ha realizzato numerose produzioni sinfoniche e operistiche. E' autore di musiche di scena per numerosi spettacoli teatrali, e dell'opera da camera "Tu saresti il Dottor Faust?". La prestigiosa Universal Edition di Vienna ha da poco pubblicato la sua trascrizione di "Purgatorio" della X sinfonia di Mahler. Insegna al Conservatorio di La Spezia, di cui è attualmente direttore.
 Paolo Valcepina
Paolo Valcepina svolge attività concertistica in Europa (Austria, Francia, Italia, Lussemburgo, Spagna, Svizzera).
Nel 2013 debutterà in Asia con una tournée dedicata al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi.
Paolo Valcepina si diploma in pianoforte con il massimo dei voti e la lode e studia composizione presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Segue, in Italia e all'Estero, corsi di alto perfezionamento con interpreti del calibro di Paul Badura-Skoda e Dana Protopopescu e studia con Bruno Canino.
Paolo Valcepina partecipa a concorsi nazionali ed internazionali salendo più volte sul podio dei vincitori. Si classifica secondo al concorso pianistico internazionale Camillo Togni e terzo al "Premio Venezia" al Gran Teatro La Fenice riservato ai migliori pianisti italiani. E' stato insignito della medaglia d'argento dal Presidente della Repubblica italiana.
Suona in luoghi prestigiosi, come la Triennale di Milano, la Casa di Riposo per Musicisti "G. Verdi", la Basilica di San Fedele a Como e l'Auditorium al Duomo di Firenze; in tournée in Sardegna per gli Amici della Musica di Cagliari e in Umbria per la Società dei Concerti di Bevagna.
Suona come pianista nell'Orchestra di Fiati della Valtellina diretta da Lorenzo Della Fonte. Come interprete di musica contemporanea partecipa ad importanti progetti come la cantata "Giorno d'Ira" per organico misto in memoria delle vittime della strage di Bologna, data con enorme successo di pubblico.